La qualità delle Materie prime utilizzate per i gioielli personalizzabili

Il laboratorio orafo si trova in Piemonte, una terra che ancora oggi si distingue per la vivacità delle sue aziende e per la passione per l’artigianato.

In questa terra, la volontà di mantenere viva la tradizione orafa è molto forte e, per questa ragione, le antiche attività sono sopravvissute caparbiamente alla rivoluzione industriale.

Questa vivacità produttiva ci permette di mettere al centro i nostri orafi e di lasciare libero sfogo alla creatività, all’inventiva e al genio dell’artista.

La nostra esperienza trentennale nella produzione di gioielli ci ha spinti a ricercare assiduamente la qualità dei prodotti e dei materiali.

 

L'Argento

Per la produzione dei gioielli personalizzabili si utilizza esclusivamente l’Argento Sterling 925, una lega costituita da argento con un’aggiunta di rame, in particolare è formato dal 92,5% da argento puro, mentre la restante parte, ossia il  7,5%, è costituita da rame.

Questa lega d’argento è la più preziosa ed è la più adatta per la produzione di gioielli. L’argento puro, infatti, è uno tra i metalli più duttili e più malleabili.

Questa purezza, seppur bellissima, è inadatta alla produzione di gioielli, che sarebbero troppo soggetti a danni, mentre una piccola aggiunta di altri metalli rende l’argento più resistente ai colpi e alle ammaccature di tutti i giorni.

 

L'Oro⭐

La caratura dei gioielli personalizzabili in oro varia in base alle vostre esigenze. Le carature più richieste sono la 18 carati (la più preziosa per la produzione di gioielli), la 9 carati e la 14 carati.

Il carato indica uno standard proporzionale di misura della purezza che quantifica le parti d’oro in una lega su base 24⁄24 e indica quindi una parte d’oro su un totale di 24 parti di metallo.

L’oro più puro è il 24 carati ma raramente viene usato in gioielleria perché è un materiale estremamente duttile e malleabile e faticherebbe a sopportare lo stress quotidiano a cui i nostri gioielli sono abituati.